Rai Gulp

Star Wars Rebels

In onda tutti i giorni alle ore 16.50

Star Wars Rebels è ambientato fra il III ed il IV episodio della saga di Star Wars, in un arco temporale di vent’anni ancora mai esplorato dal grande schermo.
La serie è ambientata nel periodo in cui l’Impero stringe la sua morsa sulla galassia e dà la caccia all’ultimo cavaliere Jedi,  sullo sfondo di una ribellione nascente contro il suo potere.

Star Wars Rebels continua la tradizione epica della leggendaria saga di Star Wars  con nuove ed eccitanti avventure. È un periodo oscuro nella galassia: il malvagio Impero Galattico sta cercando di affermare il suo potere sui vari mondi. All’inizio della serie, le forze imperiali hanno occupato un pianeta remoto, che dominano con il pugno di ferro, mettendo a dura prova la vita della sua popolazione. L’equipaggio intelligente e variegato della nave spaziale Ghost è composto da individui scelti, in grado di battersi coraggiosamente contro l’Impero. Insieme questo gruppo stranamente assortito dovrà affrontare esseri malvagi, avversari formidabili e lanciarsi in avventure mozzafiato, per diventare gli eroi in grado di accendere una ribellione.


I PERSONAGGI PRINCIPALI

Kanan – Il cowboy Jedi
Non tutti i guardiani della pace e della giustizia sono andati persi nella tragedia dell’Ordine 66. Ecco a voi Kanan, sopravvissuto all’epurazione dei  Jedi da parte dell’Imperatore, nonché uno dei personaggi principali di Star Wars Rebels.
Kanan è un force wielder (manipolatore della Forza) meno tradizionale di quello che i fan sono abituati a vedere. Brandisce un blaster, è un po’ sarcastico e ha un passato segreto. “Mi piace chiamarlo Kanan  ‘il cowboy Jedi’”, dice il produttore esecutivo Dave Filoni. Ha abbandonato il suo costume Jedi ormai da tempo, sostituendolo con un’armatura ed una fondina, anche se il codino da samurai rivela le sue origini di cavaliere Jedi.
Kanan è stato clandestino per anni, per sfuggire all’Impero, che se venisse a sapere della sua esistenza, “lo ucciderebbe”, come spiega il direttore artistico Kilian Plunkett. Ha sempre la sua spada laser ma non la usa più per timore di tradire la sua identità  e ha persino abbandonato gli usi e costumi dell’ordine Jedi.
Star Wars Rebels mostra il viaggio di Kanan verso la propria riscoperta, proprio mentre si sta formando una ribellione contro l’Impero. Dice Filoni: “E’ un pistolero che ha dovuto riporre la pistola e sfoderare di nuovo la spada e combattere per cause nobili ed altruiste”. Ma cosa accadrà quando deciderà di riprendere la sua vecchia arma Jedi, e battersi per un obiettivo più grande?

Hera – Il pilota
Hera è il cuore dell’equipaggio Fantasma di Star Wars Rebels. Questa  Twi’lek  è una pilota provetta ed un’abile guerriera.
“Quando è al timone, sembra facile far volare il Ghost”, dice Joel Aron, supervisore  CGI. È dotata di una volontà ferrea e sa come tenere unito il gruppo con calore e dedizione. “Quando comunica con l’equipaggio riesce sempre a ottenere il meglio da tutti loro, a farli sentire parte della squadra”, dice Aron. “Secondo me questo significa essere il comandante di una nave”.
Hera indossa  “un pratico costume da volo” di colore arancione, con due tipiche code Twi’lek che le scendono dal capo sulle spalle. Non è particolarmente elegante o alla moda, perché la sua unica preoccupazione è portare a termine la sua missione. Come ogni membro del Ghost, ha i suoi motivi per ribellarsi contro l’Impero. Scoprire questi motivi è uno dei temi della storia di Star Wars Rebels.

Ezra – Il ladro
In Star Wars Rebels i fan vedranno nascere la Ribellione attraverso Ezra: un briccone di 14 anni che impara a combattere per uno scopo più grande.
Essendo cresciuto da solo nell’epoca dell’Impero, Ezra ha dovuto affidarsi al suo ingegno e alla sua intelligenza per andare avanti.
“Ezra non è un cattivo ragazzo” dice il produttore esecutivo Dave Filoni. Per quanto gli piaccia rubare ai danni dell’Impero, il suo comportamento è stato influenzato dal mondo intorno a lui, un mondo posto sotto il controllo imperiale.
Ma la sua vita difficile ha anche reso il suo mondo più piccolo. “Non si fida di nessuno”, dice Rayne Roberts, capo creativo di Star Wars Rebels. “Questo potrebbe essere il motto della sua vita. A volte è spigoloso”.  Quando il pubblico lo vede per la prima volta, ancora non è un Ribelle e non è interessato alla libertà della galassia, ma cambierà atteggiamento quando incontrerà la sua nuova famiglia: l’equipaggio del Ghost.
Greg Weisman, produttore esecutivo, dice: “Apre gli occhi quando si rende conto che c’è gente che si adopera per gli altri, che combatte per il bene. E diventa uno di loro”. E comunque, c’è dell’altro in lui, molto più di quanto lui stesso non sappia.
Ezra è sensibile alla Forza, rivela Filoni, anche se non sa di poter attingere a questo mistico campo energetico. Sa di possedere delle strane abilità ma all’inizio sono solo istintive e  spontanee. Solo grazie al suo rapporto con Kanan, un sopravvissuto e membro dell’equipaggio del Ghost, conoscerà la vera natura del suo potere. Insieme batteranno nuovi sentieri e forgeranno nuovi destini,  alimentando la ribellione.

Sabine – L’artista esplosiva
Sabine è un membro dell’equipaggio del Ghost  in Star Wars Rebels ed è diversa dagli altri personaggi di Star Wars, soprattutto per la sua passione di far esplodere le cose  e di firmare le sue opera con i graffiti.
Sabine è una mandaloriana. È un’esperta di armi e di combattimento come pochi, e si è ribellata all’Impero. Inoltre Sabine è un’artista, e questo si vede dai capelli, dall’armatura personalizzata e dai biglietti da visita con i graffiti. Quando l’equipaggio del Ghost colpisce l’Impero, Sabine fa in modo che si sappia chi è stato. La squadra dell’animazione di Star Wars Rebels ha creato un vasto assortimento di graffiti per Sabine, che sono costantemente in aumento.
Sabine è un’eroina forte, che non sopporta le cose insensate.

Zeb – Il muscolo
Ogni squadra ha bisogno di un ‘duro’ e Zeb è il (perspicace) muscolo dell’equipaggio del Ghost.
Zeb è una guardia d’onore  addestrata e ben istruita,  e la sua cultura contrasta con il suo aspetto brutale e alieno.  Il suo passatempo preferito è picchiare gli Stormtrooper, o le teste a forma di secchio, come li ha sentiti chiamare. È un agile combattente che usa le mani e i piedi per le sue performance acrobatiche. Ma Zeb non è solo qualcuno che ama picchiare gli Imperiali. 

Chopper – Il burbero droide astromeccanico
In Star Wars, i droidi sono sempre pronti ad aiutare i loro padroni umani, ad abbandonare qualsiasi attività per salvare gli altri, spesso disposti persino a sacrificarsi. Giusto?
Non proprio. Vi presentiamo Chopper, un droide astromeccanico pigro e scontroso (ma con un cuore grande così).
"Se Artoo è il cane di casa”, dice Dave Filoni, produttore esecutivo dello show, “Chopper è il gatto". Chopper è un membro essenziale dell’equipaggio del Ghost, ed ha il compito di mantenere la navicella in funzione ed operativa per i suoi eroi. In realtà, grazie ad i suoi numerosi ed “unici” aggiornamenti e personalizzazioni, nessun  altro alieno, umano o droide,  potrebbero svolgere questo lavoro.
Chopper, alias C1-10P, è ispirato al design concettuale creato da Ralph McQuarrie per il personaggio di R2-D2 di Star Wars, a cui deve soprattutto le braccia che spuntano dalla testa. Dato che Star Wars Rebels ha luogo quattro anni prima degli eventi di Star Wars: Episodio IV Una Nuova Speranza,  il look retrò di Chopper assicura una continuità estetica con i droidi della trilogia originale.

L’inquisitore – il cacciatore di Jedi
Il nuovo essere malvagio di una galassia lontanissima è l’Inquisitore, una figura minacciosa che occupa un ruolo prominente in Star Wars Rebels.
Dave Filoni, il produttore esecutivo di Star Wars Rebels, afferma che l’Inquisitore  è stato “incaricato da Dart Fener di dare la caccia ai cavalieri Jedi sopravvissuti”.
L’Impero è centrale alla storia di Star Wars Rebels. Questa serie ha luogo  14 anni dopo gli eventi di Star Wars: Episodio III – La vendetta dei Sith, un periodo in cui il ruolo dell’Imperatore è ancora forte e l’Impero sta cercando di espandere il suo potere verso i territori dell’Orlo Esterno.

L’ISPIRAZIONE DEL DESIGN

Ralph McQuarrie

Ralph McQuarrie è stato un artista visivo concettuale che ha creato il look della trilogia originale di Star Wars. Il suo lavoro ha definito il look dell’universo di Star Wars ed i suoi disegni, persino quelli inutilizzati,  sono molto cari ai suoi fan.
“Il suo geniale contributo, espresso nella sua ineguagliata produzione di dipinti, ha incoraggiato ed ispirato  il cast e la troupe della trilogia originale di Star Wars” spiega George Lucas. “Quando non riuscivo a trovare le parole per comunicare le mie idee, prendevo una delle  fantastiche illustrazioni di Ralph e dicevo: 'Fate così'.
Molte delle opere concepite da  McQuarrie per la trilogia originale, fra cui paesaggi e personaggi, svolgono un ruolo importante per connotare l’identità visiva di Star Wars Rebels.
Nel creare il look e l’atmosfera di Star Wars Rebels, il produttore esecutivo  Dave Filoni ha suggerito alla sua squadra di cercare l’ispirazione nelle illustrazioni e nei quadri di McQuarrie. Per rappresentare lo stile del celebre illustratore, la squadra ha persino riprodotto  digitalmente le sue inconfondibili pennellate.

SHOW TALENT
La serie è creata dalla squadra dellla Lucasfilm Animation che ha già creato Star Wars: The Clone Wars. premiato con l’Emmy® award.

Dave Filoni
Accanito fan di Star Wars, Dave Filoni ha realizzato il sogno di una vita quando è stato scelto da George Lucas per lavorare in Star Wars: The Clone Wars della Lucasfilm Animation, nel ruolo di supervisore alla regia.
La serie ha superato il traguardo di 100 puntate e nel 2013 è stata premiata con un Emmy® come migliore programma animato.
Filoni, che  oggi è produttore esecutivo, si occupa dello sviluppo di Star Wars Rebels.
I suoi progetti passati comprendono Avatar: The Last Airbender, King of the Hill, Mission Hill e The Oblongs, Teamo Supremo, Kim Possible, Dave the Barbarian e Lilo & Stitch.

Simon Kinberg
Simon ha iniziato la sua carriera quando era ancora uno studente. La tesi che ha presentato alla Columbia Film School era la sceneggiatura del blockbuster  Mr. & Mrs. Smith (2005), con Brad Pitt e Angelina Jolie.
Nel 2006 ha collaborato alla scrittura di X-Men – Conflitto finale, il film del franchise che ha riscosso il maggior successo. Fra gli altri progetti ricordiamo:  Jumper (2009), Sherlock (2010), X-Men – L’inizio (xxx), Una spia non basta (xxx) ed Elysium (xxx).
Simon è attualmente impegnato nella scrittura e produzione di X-Men – Giorni di un futuro passato e nella produzione di Cinderella e Chappie.
Sarà il consulente di Star Wars: Episode VII.
La sua società di produzione, la Genre Films, ha un contratto di prelazione con la 20th Century Fox.

Greg Weisman
Greg Weisman, uno scrittore e produttore americano di fumetti e di animazione, è da sempre un narratore. È noto soprattutto per aver creato Gargoyles e per aver scritto e prodotto numerose serie animate, fra cui W.I.T.C.H., The Spectacular Spider-Man e Young Justice. Weisman attualmente scrive e produce a livello esecutivo la nuova serie animata Star Wars Rebels per Lucasfilm e Disney. Le serie di Weisman sono state nominate a diversi Emmy Award. Il suo primo romanzo, Rain of the Ghosts, è stato pubblicato nel 2013. Spirits of Ash and Foam, il secondo libro della serie Rain uscirà a luglio 2014. Greg ha una moglie straordinaria, due splendidi figli adolescenti e due cuccioli nevrotici.

RaiGulplive
Ora in onda: